Tutto cominciò in una delle tante serate fatte in sezione ARI 2016, nel discutere sulle prossime attivazioni del VRDXTEAM. Avevamo valutato con attenzione varie locations da attivare ma, per varie ragioni sia di disponibilità di tempo degli operatori, il periodo, il materiale tecnico a disposizione, non ultimo quello degli ostacoli che avremmo trovato nelle località che intendevamo attivare, alla fine la scelta è stata per Barbana Island. 

Un chiodo fissato nella memoria del sottoscritto (I3VJW) e Ampelio (IK3JBP), già reduci dell’attivazione del 2013 (II3VR/IV3), dove avevamo fatto soltanto poco meno di 10 ore di radio, insieme a Silverio IK3IUL, durante il contest IOTA 2013. Volevamo riprovarci in “Dxpedition style”, curando particolarmente l’operatività sulle bande WARC e modi digitali, con un nominativo speciale attivato per l’occasione. Un evento che ricorderemo per lungo tempo e collocandolo nella storia del nostro Team e della sezione ARI Verona tra quelli più significativi.

Così dal 6 al 8 ottobre 2017 il VRDXTEAM dall’isola di Barbana, è stato operativo in modo più dirompente, raccogliendo 2826 QSO in 48 ore di operatività radio su tutte le bande HF compresi i 50 Mhz, nei modi CW-SSB-RTTY-FT8. Nel progetto iniziale, avevamo escluso l’attività in 160m che, successivamente, grazie a IK3JBP (Ampe) e IW3ICK (Max), siamo riusciti ad attivare in breve tempo, adattandosi così alla propagazione del momento, più redditizia in bande basse.

Così abbiamo incluso nel log di II3J ulteriori 203 qso in poche ore. Quanto basta per completare il quadro delle attivazioni su tutte le bande HF.Ulteriore merito del Team che ha dimostrato ancora una volta dinamicità nelle situazioni critiche, che si presentano puntualmente ogni qualvolta si affrontano scenari non previsti. Il materiale tecnico portato a Barbana ci ha permesso di tamponare le situazioni d’emergenza. Questo è il frutto raccolto dal Team attraverso le varie attivazioni fatte in giro per il mondo

Soliti operatori: I3VJW, I3JRF, IK3JBP, IK3SCB, IK3IUL, IW3ICK, IW3ILP, IU3BXI con l’unica assenza giustificata di IZ3JKI QSL manager della dxpedition. Sempre più preparati e disinvolti sia sul piano operativo che, nelle dinamiche di installazione e configurazione dei setup delle 2 stazioni operative full time. Rispetto all’attivazione dell’isola del Giglio (IA5J 2016) i filtri PBF a Barbana Island hanno funzionato alla grande. Questo ci ha permesso di poter operare con 2 lineari (400w) sempre attivi simultaneamente senza rilevanti problemi, grazie anche al fatto, che le antenne erano posizionate distanti l’una dall’altra adeguatamente, fra i 60-90 metri fra loro, sfruttando lo spazio disponibile dietro al convento dei frati del santuario di S. Maria di Barbana. Ben 250 metri di cavo coassiale RG213 e RG58 sparso in un’area di circa 4000mq. Una Hexbeam, 1 vert. 17-30-40m, 1 vert. 20-40-80m e 1 vert 160m a L ¼ di lambda. I filtri PBF sono auto costruiti (I3VJW), così anche le antenne verticali (IK3JBP). Una particolarità interessante a Barbana:Che abbiamo riscontrato il terreno con un’ottima conduttività, permettendoci ottime performances con le antenne verticali, in particolare, con la verticale dei 160m. Infatti IK3JBP e IW3ICK non hanno trovato particolari problemi per portare in risonanza la verticale dei 160m, con pochi radiali. Laddove, in altre locations, avevamo trovato delle difficoltà quasi insormontabili e con l’impiego di materiali ben più congeniali in termini di installazione.

Cogliamo l’occasione per ringraziare l’Ordine religioso dei Frati Minori, in particolare, padre Stefano, per la stupenda accoglienza a noi riservata nel santuario di Barbana. Un clima familiare in uno scenario stupefacente che è la Laguna di Grado (Go). Non ultimo il nostro I3EJ Renato che è il nostro web master e responsabile dell’immagine mediatica del Team e della sezione ARI di Verona. Il suo supporto indispensabile nei rapporti relazionali anche nella gestione del log di II3J pre-post attivazione rientra in modo significativo nel complesso di una dxpedition.

Per altre info vedere il sito : www.ari.verona.it/veronadxteam/ii3j_barbana_2017.htm

Alla prossima dxpedition del VRDXTEAM.

Postato da: